Ferrari - Origine del Cognome

Origine del cognome Ferrari
Origine
Deriva dai soprannomi legati al mestiere di fabbro (dal latino faber ferrarius, "fabbro ferraio") o di lavorante all'estrazione o alla fusione del ferro.
Il cognome Ferrari è diffuso in tutta la penisola ed in particolare al nord ed è tra i primi 10 cognomi più diffusi in Italia.
Ferraris è tipico della fascia occidentale dell'Italia settentrionale.
Ferrarini è tipico della zona che comprende l'Emilia, il Veneto occidentale e la Lombardia orientale.
Ferrario è assolutamente lombardo.
Ferrazzano parrebbe originario del foggiano.
Ferretti, diffuso in tutta la penisola, sembra più concentrato nel centro nord. Ferrieri dovrebbe essere originario del barese.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 26204 famiglie Ferrari in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Ferrari in Italia!
Popolarità
Il cognome Ferrari è nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Ferrari è nella provincia di Brescia
Il cognome Ferrari è nel comune di Parma (PR)
Stemma
Stemma della famiglia FerrariFerrari (LAZ) (Roma)
di …, a tre palle di …, poste 2, 1, sormontate da un ferro di cavallo di …, posto in fascia
Stemma della famiglia FerrariFerrari (LAZ) (Ceprano, Roma)
inquartato nel 1° e 4° di rosso al leone d'oro tenente una spada; nel 2° d'azzurro a quattro stelle (6) d'oro disposte in croce; nel 3° d'azzurro a tre spighe di grano d'oro legate. Disposte a ventaglio. Capo dello scudo rotondato (?) d'azzurro al compasso aperto d'oro, accompagnato in capo da tre stelle ed in punta da un monte di tre cime dello stesso
Stemma della famiglia FerrariFerrari (LAZ) (Ceprano, Roma) Titolo: nobile di Anagni, nobile di Viterbo, nobile di Veroli, nobile romano, marchese di Collesape
inquartato: nel 1° di rosso al leone d'oro tenente con le branche anteriori una spada al naturale accompagnata nel canton destro del capo da una crocetta di Malta d'argento sormontata da una stella d'oro; nel 2° d'azzurro a quattro stelle d'oro ordinate 1, 2, 1; nel 3° d'azzurro alle tre spighe di grano d'oro, in fascio; nel 4° di rosso al leone d'oro tenente con le branche anteriori una spada. Capo dello scudo arrotondato e innestato fra i due primi quarti, d'azzurro caricato di un compasso aperto, accompagnato da tre stelle in capo e da un monte di tre cime in punta, il tutto d'oro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook