Cognomi Lombardi più Diffusi

Il cognome più diffuso in Lombardia risulta essere Colombo. La sua diffusione si deve all'abitudine di battezzare così i bimbi abbandonati accolti nella Pia Casa degli Esposti e delle Partorienti in Santa Caterina alla Ruota di Milano il cui simbolo era appunto la colomba.

Sposta il mouse o premi sulla mappa per visualizzare la classifica

In generale i cognomi più diffusi nella regione sono quelli collegati ai punti maggiormente conosciuti del centro abitato quali la chiesa, il castello, la strada o il pozzo. I più significativi sono Castelli, Villa, Chiesa, Pozzi, Fontana.

Non mancano inoltre i Milani, i Cazzaniga (dalla città di Gazzaniga - anticamente Caccianiga - in provincia di Bergamo), i Mandelli (da Mandello del Lario, provincia di Lecco), i Bresciani, i Mantovani o più semplicemente i Lombardi derivanti cioè dalla città o dei luoghi di provenienza.

Particolarmente diffuso risulta Ferrari, cognome legato al mestiere di fabbro (dal latino faber ferrarius) o di lavorante all'estrazione o alla fusione del ferro, ma non mancano quelli derivati da altre professioni o titoli nobiliari quali Barbieri, Giudici e Baroni.

A differenza di altre zone d'Italia sono meno diffusi i nomi di famiglia discendenti da soprannomi o dalla colorazione dei capelli, della carnagione, ma troviamo comunque moltissimi Bianchi, Rossi, Galli, Corti.

Tra questi merita una citazione il cognome Fumagalli che letteralmente significa "rubapolli" ma indicava soprattutto "persone di poco conto e di malaffare" (non quindi effettivi ladri di galline): è uno dei cognomi tipici della regione e risulta quasi completamente concentrato in Lombardia (vedi la diffusione del cognome Fumagalli in Italia).

NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook