Palombieri - Origine del Cognome

Origine del cognome Palombieri
Origine
Deriva da soprannomi legati al vocabolo latino palumbus ("uccello dal piumaggio grigioscuro" ossia il colombo) oppure da nomi di varie località come ad esempio Palombara Sabina (RO), Palombaro (CH), Colpalombo (PG) e Santa Palomba (RM).
Traccia del nome si ritrova in uno scritto del 1300 a Pescara: "...Est profecto quaedam villa vocata Superclo, in Sancti Valentini Castello translata, quam a Tederamo et Palumbo germanis fliis quondam Reparati legaliter ad profectum Piscariensis Ecclesiae triginta solidis emit..." Le prime tracce scritte del cognome si hanno invece a Solofra (AV) nel 1500 con il fiscale regio Tomase Palumbo ed in Calabria nel 1600 con un mons. Paolo Palumbo, vescovo di Cassano Jonio (CS).
Il cognome Palumbo è diffusissimo in tutto il centro sud in particolare in Campania.
Palombi è comune nella fascia centrale che comprende Lazio, Marche e Umbria. Palumbi, molto raro, è tipico del teramese.
Palomba è tipicamente campano, soprattutto del napoletano, con ceppi anche nel tarantino, nell'iserniese, a Roma ed in Sardegna.
Palombieri, assolutamente raro, è tipico della fascia che comprende Umbria Lazio e teramese.
Palombo è tipico laziale, con ceppi anche in Abruzzo e Molise.
Palombella, molto raro, è tipico del barese e tarentino.
Palombelli, molto raro, è laziale.
Palumbella, ancora pù raro, è pugliese.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 29 famiglie Palombieri in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Palombieri in Italia!
Popolarità
Il cognome Palombieri è 4566° nella regione Abruzzo
Il cognome Palombieri è 1208° nella provincia di Teramo
Il cognome Palombieri è 27° nel comune di Bellante (TE)
Stemma
Stemma della famiglia PalombieriPalombieri (LAZ) (Velletri)
Sbarrato: d'azzurro e d'argento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook