Moncada - Origine del Cognome

Origine del cognome Moncada
Origine
Tipico siciliano, di origini spagnole, catalane in particolare, si ricorda il vescovo di Lérida in Spagna nel 1200 Guillermo de Moncada, nel 1272 in un trattato spagnolo si legge: "...Sea manifiesto a todos que como hubiese pleito entre el maestre de la caballería del Temple en Aragón y Cataluña y el noble barón don Ramón de Moncada y los freires de la caballería del Temple...". Tracce di questo nobile casato si trovano nel 1400 con Hugo de Moncada ammiraglio al servizio di Carlo VIII re di Spagna nominato vicerè di Sicilia e nel 1504 nel catanese in un atto si legge: "In nomine Domini Jesu Christi. Anno Dominicae Incarnationis Millesimo quincentesimo quarto , mense februarij tertiae Inditionis die vero septimo dicti mensis......don Joannis Thomae de Moncada predecessorum domini don Francisci de Moncada in presentiarum Comitis, et domini dictorum Comitatuum... ...Domino Joanni Thomaso de Moncada, conte d'Adernò di Caltanissetta, d'Agusta, signore di Paternò, maestro Giustiziere del Regno di Sicilia...".
Presenza
Ci sono circa 503 famiglie Moncada in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Moncada in Italia!
Popolarità
Il cognome Moncada è 581° nella regione Sicilia
Il cognome Moncada è 180° nella provincia di Siracusa
Il cognome Moncada è 17° nel comune di Aragona (AG)
Stemma
Stemma della famiglia MoncadaMoncada (Roma, Catania, Palermo) Titolo: signore di Nicolosi, Belpasso, Stella d'Aragona, Fenice di Moncada, Gulfo, Campisotto, Centuripe, Biancavilla, Malpertuso o Nuova Fenice, Graziano, Gallidoro, Deliella, Cugno, Molino di Tortorici; barone di Pantano, Diesi, Serradifalco, Tortoreto, Monforte, S. Pietro, Cugno, Armicci, Motta S. Anastasia, Melilli, Grottarossa, Foreste di Troina, Mendola, Gialfamuto; conte di Agosta, Adernò, Navara, Tripi, Saponara, Caltanissetta, Cammarata, S. Pieri, Centuripe, Biancavilla, S. Pietro di Mon forte; marchese; marchese di Santamarina; duca di Montalto, Bivona, S. Giovanni; principe di Paternò, Monforte, Scria, Calvaruso, Valsavoia
di rosso ad otto bisanti d'oro, due su due. Mantello e corona di principe, cimata da un leone passante e coronato d'oro, la testa rivoltata.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook