Benenati - Origine del Cognome

Origine del cognome Benenati
Origine
Dovrebbe derivare dal nome Bonenatus, uno dei nomi augurali attribuiti al neonato con l'intento di augurargli ogni bene. Del nome si ha un esempio in un atto del 1438 dove come testimoni compaiono: "Testes: Bonenatus Pujada, curritor auris, et Iacobus Sala, mercator, cives Barchinone.".
Il cognome Benenati oltre al ceppo romano ne ha uno nel sassarese, ma il vero nucleo è in Sicilia.
Benanato, quasi unico, è del catanese.
Benenato, rarissimo, ha un ceppo in Campania ed uno nel catanese.
Beninati ha un grosso ceppo a Palermo, nel messinese ed a Catania.
Beninato ha un ceppo nel napoletano ed in Sicilia a Messina e nel catanese, ma soprattutto nel siracusano.
Bonanati e Bonanato sono rarissimi.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 312 famiglie Benenati in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Benenati in Italia!
Popolarità
Il cognome Benenati è 1161° nella regione Sicilia
Il cognome Benenati è 175° nella provincia di Trapani
Il cognome Benenati è nel comune di Stintino (SS)
Stemma
Stemma della famiglia Benenati non presenteBenenati (SIC) (Palermo) Titolo: marchese di S. Andrea
d'oro, all'albero di pino di verde, abbrancato da un leone di rosso
Stemma della famiglia Benenati non presenteBenenati (UMB) (Montefalco)
(d'argento, all'aquila abbassata bicipite di nero col collo infilato in una corona d'oro, caricata in cuore da un cuore di rosso appeso a una collana d'argento)
Stemma della famiglia Benenati non presenteBenenati (UMB) (Montefalco)
(d'argento, all'aquila bicipite di nero, dal volo abbassato, caricata in cuore di uno scudetto d'argento, al cuore di rosso, coronato d'oro)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook