Tomasi - Origine del Cognome

Origine del cognome Tomasi
Origine
Deriva dal nome medioevale Thomasus (dall'aramaico Taóma che significa "gemello"). Esempi di questa cognomizzazione si hanno nel diploma di Re Carlo I d’Angiò, rogato a Capua nell’agosto 1267 ("...Tertia pecia terra est ubi dicitur ad Patronillum et hes habet fines: ab uno latere et uno capite est finis terra ecclesiae sancte Marie de Ponte Latroni, ab alio latere est finis terra Thomasi de Airola..."), in un atto dell'imperatore Federico III datato 13 settembre 1373 ("...Item lego Margaritae puellae filiae quamdam Thomasij Busco salmatam unam Terras Magnae mensurae Maltae ad arbitrium dictorum fidei commissariorum...") ed in un atto redatto in Milano nel 1476 ("...Ego Giroldinus de Portu, filius Domini Thomasi porte Vercelline…").
Sia Tomasi che Tommasi sono cognomi diffusi in tutto il nord Italia, con probabili ceppi anche nel cagliaritano, nel Salento e nella Sicilia meridionale. Tommasi ha un ceppo anche in Toscana. Tommaso, più raro, è sparso a macchia di leopardo in quasi tutta la penisola.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 2888 famiglie Tomasi in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Tomasi in Italia!
Popolarità
Il cognome Tomasi è nella regione Trentino-Alto Adige
Il cognome Tomasi è nella provincia di Trento
Il cognome Tomasi è nel comune di Trento (TN)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook