Galeazzo - Origine del Cognome

Origine del cognome Galeazzo
Origine
Dovrebbe derivare, direttamente o tramite alterazioni o modificazioni anche dialettali, dal nome medioevale Galeasso, o Galeazzo, ma in alcuni casi potrebbero anche derivare dal termine medioevale galeazza, un grosso bastimento a remi a bordo basso, forse ad indicare che i capostipiti vi fossero imbarcati come marinai o infine dal nome sassone Gail che significa "giocondo, lieto".
Si ricorda ad esempio Galeazzo Visconti che fu signore di Piacenza nel 1311 e che divenne poi signore di Milano nel 1322.
Il cognome Galeazzi è diffuso nel centro nord Italia.
Galeassi, molto raro, ha tre piccoli ceppi, nell'anconetano, nel romano e nel campobassano.
Galeasso è tipicamente piemontese.
Galeazzi è diffuso nel centro nord.
Galeazzo ha un importante nucleo nel padovano, un piccolo ceppo in Molise ed uno altrettanto piccolo nel palermitano.
Galleazzi, molto raro, sembrerebbe specifico del trevigiano.
Galliazzi, potrebbe essere dovuto ad un errore di trascrizione del precedente. Galiazzi è praticamente unico.
Galiazzo e Galleazzo, quasi unici, sono del nord Italia, probabilmente del Veneto.
Galliazzo è specifico del trevisano e del vicentino.
Galiazzo è il più diffuso in assoluto di questi cognomi, è tipico del padovano e del trevisano.


 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 227 famiglie Galeazzo in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Galeazzo in Italia!
Popolarità
Il cognome Galeazzo è 748° nella regione Molise
Il cognome Galeazzo è 231° nella provincia di Isernia
Il cognome Galeazzo è nel comune di Forlì del Sannio (IS)
Stemma
Stemma della famiglia GaleazzoGaleazzo (Bistagno, Genova) Titolo: conti del S.R.I.
troncato: al 1º d'azzurro, alla corona imperiale al naturale; al 2º di argento a tre pali di azzurro, col lambello di rosso, attraversante
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook