Caraccioli - Origine del Cognome

Origine del cognome Caraccioli
Origine
Caraccioli è rarissimo ed è quasi sicuramente derivato da Caracciolo che è invece molto diffuso in tutto il sud, Caracciuolo, tipico di Salerno, è dovuto probabilmente ad una corruzione dialettale di Caracciolo, dovrebbero derivare da una variazione del cognomen latino Carus (vedi Caro); cognomizzazione molto antica, portata da importanti prelati, nobili e principi, ricordiamo nel XIV° secolo Jacopo Caracciolo morto a Roma nel 1357: "Jacobus Caracciolus, natione Italus, Patria Patricius Neapolitanus, Alumnus Congregationis Carbonariae", nel XV° secolo Roberto Caracciolo di Lecce (1425-1495) padre francescano autore di importanti testi e poi vescovo di Aquino: "...Nam cum Eccius et Caracciolus ex Urbe attulissent Bullam damnatricem Lutheri eamque insinuassent ille hi..." e Giovanni Caracciolo (1487-1550) Principe di Melfi, duca di Ascoli Satriano, marchese di Atella, conte di Forenza, duca di Venosa, conte di Avellino, signore di Molfetta, nel secolo successivo "Horatius Caracciolus Episcopus Venafranus", famosi poi saranno i Principi Caracciolo di Avellino, di Napoli e di Calabria.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 31 famiglie Caraccioli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Caraccioli in Italia!
Popolarità
Il cognome Caraccioli è 7493° nella regione Sicilia
Il cognome Caraccioli è 2038° nella provincia di Agrigento
Il cognome Caraccioli è 18° nel comune di Vercana (CO)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook