Aggiunta del cognome del padre, due sentenze favorevoli

Due recenti sentenze sul tema del doppio cognome e dell'aggiunta del cognome paterno.

La prima vicenda vede come protagonisti una donna uruguaiana, un uomo italiano ed il loro figlioletto riconosciuto all'inizio soltanto dalla madre e pertanto registrato all'anagrafe con il solo cognome materno.

Il padre però procede a riconoscere il bambino ed il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, così come in seguito anche la Corte di Appello, dispone che al minore venga sostituito il cognome con quello del padre.

La donna ricorre per Cassazione e con ordinanza del 28 gennaio 2014 la Suprema Corte ha disposto per la sola aggiunta del cognome paterno a quello originario della madre.

La sentenza viene giustificata dall'art. 262 c.c. e dalla presunzione che il minore vivrà prevalentemente con la mamma vedendo pertanto tutelata la sua identità personale in relazione all'ambiente familiare e sociale di vita.

Doppio cognome nelle coppie di fatto
Doppio cognome al figlio riconosciuto in un secondo momento dal padre

Il secondo caso riguarda invece il Tribunale di Perugia che con l'ordinanza dell' 11 novembre 2014 ha ordinato l'attribuzione del doppio cognome ad un bimbo di 4 anni.

A seguito infatti dell'accertata paternità del bambino, il giudice ha disposto la modifica del solo cognome materno conciliando l'esigenza di individuare l'appartenenza dell'individuo ad una famiglia e quella dell'identità personale del soggetto.

Essendo ancora molto piccolo, secondo la sentenza, il minore non rischia infatti di vedersi ledere la percezione di sé non avendo ancora sviluppato una definitiva consapevolezza del proprio cognome.

Proprio l'aggiunta del cognome del padre costituisce l'opportunità di avvicinamento alla figura paterna in vista - sostiene il giudice - di "una più completa definizione della propria identità".

27 gennaio 2015 - Lo staff di Cognomix.it

LEGGI TUTTE LE NEWS

NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook