Senzi - Origine del Cognome

Origine del cognome Senzi
Origine
Dovrebbe derivare dalla Gens latina, repubblicana, di origine plebea Sentia (pronuncia Senzia) o dal personale gentilizio latino Sentius (pronuncia Senzius). La Gens Sentia era ben insediata a Rimini, in Toscana, in Umbria e soprattutto nel Lazio settentrionale. Una dimostrazione di questa probabile derivazione la si trova nella Obligatio di Senzio di Matteo del 4 maggio 1389 conservata presso l'Archivio Vaticano, dove l'arcivescovo di Nocera Umbra Senzio di Matteo, viterbese, viene chiamato sia Sensius che Zensius e in un medaglione nella Sala Regia del Palazzo dei Priori di Viterbo il Prelato viene chiamato "Sensus Matthei Viterbien. Ep..us Nucerinus" ovvero "Sensio o Senzio figlio di Matteo, viterbese, vescovo di Nocera".
Il cognome Sensi è diffuso in Toscana, Umbria, Lazio centrosettentrionale, bolognese, forlivese e riminese.
Senso, praticamente unico, è dovuto probabilmente ad un errore di trascrizione del precedente.
Senzi, quasi unico, è del centro Italia, probabilmente abruzzese.
Senzio, molto raro, ha un ceppo nel napoletano.
 
Varianti
Scopri il passato della tua famiglia
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook