Barbaro - Origine del Cognome

Origine del cognome Barbaro
Origine
Dovrebbe derivare dal praenomen latino Barbarus, derivante dal modo greco di definire chi aveva una parlata incomprensibile, cioè bar bar, o anche da un soprannome barbaro che sta per "straniero".
Il cognome Barbaro è sparso in tutta l'Italia.
Barbari, rarissimo, è specifico della zona compresa tra Modena e Bologna.
Barbara è tipicamente meridionale, con un ceppo a Roma, uno nel napoletano, uno nel barese ed uno in Sicilia tra trapanese ed agrigentino.
Barbaran, quasi unico, è veneto.
Barbarella, piuttosto raro, dovrebbe essere umbro, del perugino, con presenze anche nel Lazio e nelle Marche.
Barbarelli, raro, è calabrese.
Barbares, raro, è tipico di Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Barbarich, rarissimo, è triestino.
Barbarisi è campano, della provincia di Avellino in particolare.
Barbarito ha un ceppo lucano ed uno barese.
Sbarbaro dovrebbe essere ligure, del genovese.
Sbarbari è quasi unico.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 1823 famiglie Barbaro in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Barbaro in Italia!
Popolarità
Il cognome Barbaro è 171° nella regione Calabria
Il cognome Barbaro è 47° nella provincia di Reggio Calabria
Il cognome Barbaro è nel comune di Oppido Mamertina (RC)
Stemma
Stemma della famiglia BarbaroBarbaro (VEN) (Veneto)
(d'argento, alla banda di rosso accostata da due pesci dello stesso posti nel verso della pezza)
Stemma della famiglia BarbaroBarbaro (SIC) (Sicilia)
d’argento a tre fasce d’azzurro, accompagnate da dodici gigli del secondo, ordinati 3. 3. 3 e 3
Stemma della famiglia BarbaroBarbaro (VEN) (Padova) Titolo: N. U. N. D., Patrizio veneto, Conte
d'argento, al ciclamoro di rosso
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook