Vivalda - Origine del Cognome

Origine del cognome Vivalda
Origine
Deriva dal nome medioevale germanico Vivaldus ("che combatte per il potere") che si è poi trasformato in Vivaldo e quindi in Ubaldo.
Si ricorda san Vivaldo vissuto alla fine del 1200.  Personaggio famosissimo fu Antonio Vivaldi, compositore e violinista, che nacque a Venezia nel 1678. In un atto conservato presso l'Archivio Arcivescovile di Pisa si legge: "...«Vivaldus camerarius (...) relocavit et relocationis  titulo  dedit  et  firmavit  Gualando,  baractulario...".
Il cognome Vivaldi sembra avere due nuclei: uno trentino ed uno in Liguria ed alta Toscana tirrenica.
Vibaldi è quasi unico.
Vivalda è piemontese, del cuneese e torinese.
Vivaldini parrebbe del mantovano.
Vivaldo, rarissimo, sembra decisamente ligure della zona al confine con il cuneese.
Valda è quasi unico.
Valdi è sparso nel centro nord Italia.
Valdini ha un possibile ceppo in provincia di Brescia.
Valdo ha un ceppo veneto in provincia di Verona.
Valdoni è praticamente unico.
Vaudo ha un ceppo laziale in provincia di Latina.
Valdesi ha un ceppo siciliano in provincia di Palermo.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 140 famiglie Vivalda in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Vivalda in Italia!
Popolarità
Il cognome Vivalda è 1686° nella regione Piemonte
Il cognome Vivalda è 363° nella provincia di Cuneo
Il cognome Vivalda è nel comune di Cissone (CN)
Stemma
Stemma della famiglia Vivalda non presenteVivalda (PIE) (Mondovì) Titolo: conti di Castellino Tanaro, Igliano; baroni di Mombarcaro; consignori di Ceva, S. Michele, Vasco
Partito di rosso e d'argento, con il capo d’oro, carico di una aquila coronata, di nero, nascente
Stemma della famiglia Vivalda non presenteVivalda (PIE) (Torino)
partito di rosso e di argento - aquila nascente coronata di nero su oro in capo
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook