Fieramosca - Origine del Cognome

Origine del cognome Fieramosca
Origine
Potrebbe derivare, direttamente o tramite modificazioni dialettali, da un soprannome attribuito a capostipiti forse tanto rapidi da riuscire ad afferrare le mosche.
I Ferramosca Conti di Mignano costituirono una famiglia nobile originaria di Capua che risale almeno al periodo svevo, era schierata con la Corte aragonese, nel 1400, quando, verso la fine del secolo, Ettore Ferramosca, ricordato come Fieramosca, acquisì il comando di una schiera di balestrieri a cavallo combattendo per Ferdinando II contro Re Carlo III d'Angiò.
Nel vicentino si trova nel 1500 un casato Ferramosca, di probabili origini longobarde, il cui più famoso elemento è il nobile giureconsulto e cavaliere vicentino Girolamo Ferramosca, per il quale l'architetto Vincenzo Scamozzi, allievo del Palladio, costruì, a Barbano di Grisignano di Zocco nel vicentino, nel 1560, una lussuosissima villa di stile palladiano, non sembrano esserci state connessioni tra i due casati.
Il cognome Ferramosca ha un ceppo a Foggia, ma il ceppo più considerevole è nel leccese.
Ferramosche, rarissimo, sembrerebbe specifico del perugino.
Fieramosca, estremamente raro, è decisamente meridionale.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 106 famiglie Fieramosca in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Fieramosca in Italia!
Popolarità
Il cognome Fieramosca è 2829° nella regione Molise
Il cognome Fieramosca è 1743° nella provincia di L'Aquila
Il cognome Fieramosca è 49° nel comune di San Benedetto dei Marsi (AQ)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook