Cateni - Origine del Cognome

Origine del cognome Cateni
Origine
Potrebbe derivare da toponimi come Aci Catena (CT) e Catenanuova (EN), nonché ad alcune frazioni di nome Catena riscontrabili nel trevigiano, nel pisano e nel cosentino oppure potrebbe derivare dal nome medievale Catena, che, in ambito cristiano, allude al culto per la Madonna della Catena.
Si trovano tracce del nome nella Siena del '200, con un certo Catenaccio del fu Boldrone.
Il cognome Catena è diffuso in tutta l'Italia centromeridionale.
Cateni è tipicamente toscano.
Catenacci ha un ceppo lombardo, uno tra Lazio ed Abruzzo, ed uno tra barese e potentino.
Catenaccio, molto raro, parrebbe del romano.
Catenazzi, anch'esso molto raro, è tipico dell'area tra varesotto e verbanese, Catenazzo è specificatamente del foggiano.
Catenelli, rarissimo, parrebbe romano.
Catenino, quasi unico, è del napoletano.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 141 famiglie Cateni in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Cateni in Italia!
Popolarità
Il cognome Cateni è 1591° nella regione Toscana
Il cognome Cateni è 530° nella provincia di Livorno
Il cognome Cateni è 35° nel comune di Castiglion Fiorentino (AR)
Stemma
Stemma della famiglia Cateni non presenteCateni (TOS) (Firenze)
D'azzurro, all'aquila dal volo abbassato di nero, tenente con ambo gli artigli una catena d'argento, e sormontata da tre stelle a otto punte d'oro ordinate in capo
Stemma della famiglia Cateni non presenteCateni (TOS) (Firenze)
D'azzurro, a tre spighe stelate e fogliate d'oro, nodrite su un monte di sei cime dello stesso, e con gli steli attraversati da una catena scorciata di nero, posta in fascia
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook