Varoni - Origine del Cognome

Origine del cognome Varoni
Origine
Dovrebbe derivare, direttamente o tramite ipocoristici dal termine germanico baro, "uomo libero". Potrebbe pertanto significare "famiglia libera" o "stirpe ingenua". In seguito barone venne utilizzato anche per indicare un "mercenario". La sua nascita come cognome nel medioevo è legata all'investitura a Barone effettuata dal Principe o Signore per ringraziare i suoi vassalli.
Traccia di questa cognominizzazione si trova ad esempio a Grosio in Valtellina nella seconda metà del 1400 con un certo Giacomo del Baretto fu Giorgio, sacrestano della chiesa di S. Giorgio in Grosio. A Bormio (Lombardia) si riscontra invece nel 1630 una tale Catherina del Baron testimone in un processo per stregoneria.
Il cognome Barone è distribuito in tutta l'Italia con maggiori presenze in Sicilia e Campania.
Baretti è tipico del bergamasco.
Baretto è dell'alessandrino e genovese.
Baro è tipicamente veneto, di Padova, di Pianiga e Spinea nel veneziano e di Maserada sul Piave ed Ormelle nel trevisano.
Barolini, quasi scomparso, parrebbe del Lazio.
Barotti è specifico dell'area tra rovigoto e ferrarese.
Baruzzi è lombardo ed emiliano.
Baruzzo ha un ceppo veneto, nel veneziano, ed uno ligure, nella provincia di La Spezia.
Bonci e Baronti sono tipici della Toscana, mentre Barei è delle Venezie.
 
Varianti
Stemma
Stemma della famiglia Varoni non presenteVaroni (PIE) (Cuneo) Titolo: nobile
Inquartato, al 1° e 4°, partito di due e troncato di uno, che danno sei punti di argento e di nero, al 2° e 3° d’argento, alla rosa di rosso
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook