Taroni - Origine del Cognome

Origine del cognome Taroni
Origine
Potrebbe derivare da un soprannome originato da una forma contratta del termine sia lombardo che emiliano tarelòn, "bastonaccio, randello", oppure dal nome medioevale flumen Tarone, riferito al fiume Taro: "...Unde D. Passarinus cum suis seguacibus cum navigio suo per Paudum et per terram venit usque ad Turicellam de ripa Taronis credens transire ab ista parte in aliquo loco...", e indicare la valle del fiume come luogo di origine dei capostipiti.
Un'ultima ipotesi propone una derivazione da una forma aferetica del nome Bertarone, una delle tante diverse variazioni del nome medioevale Bertus.
Il cognome Taroni ha un ceppo nel milanese e comasco ed uno in Emilia e Romagna.
Tarroni è tipicamente romagnolo, del ravennate, del ferrarese e di Imola e Bologna nel bolognese.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 457 famiglie Taroni in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Taroni in Italia!
Popolarità
Il cognome Taroni è 736° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Taroni è 52° nella provincia di Ravenna
Il cognome Taroni è nel comune di Carate Urio (CO)
Stemma
Stemma della famiglia TaroniTaroni (LAZ PIE) (Valenza, Roma, Nizza) Titolo: baroni
Partito, al 1° d’azzurro, al laghetto, con due canne da esso nascenti, al naturale, al 2° d’argento, al fulmine di rosso armato d’oro, guizzante da una nuvola, al naturale, uscente dal cantone sinistro del capo, il tutto con il capo d’oro, carico di un’aquila coronata, di nero, sostenuto da una fascia in divisa, di rosso, carica di due stelle d’argento
Stemma della famiglia TaroniTaroni (LAZ PIE) (Valenza, Roma, Nizza) Titolo: baroni
Partito, al 1° d’azzurro, al laghetto, con due canne da esso nascenti, al naturale, al 2° d’argento, al fulmine di rosso armato d’oro, guizzante da una nuvola, al naturale, uscente dal cantone sinistro del capo, il tutto con il capo d’oro, carico di un’aquila coronata, di nero, sostenuto da una fascia in divisa, di rosso, carica di due stelle d’argento
Stemma della famiglia Taroni non presenteTaroni (EMI) (Bologna)
guerriero armato di tutte pezze al naturale con l'elmo piumato di rosso cavalcante un leone corrente di oro su terrazzo di verde su argento - capo d'Angiò
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook