Sinibaldi - Origine del Cognome

Origine del cognome Sinibaldi
Origine
Deriva dal nome longobardo Sinibaldus o Sigebaldus con il signifiato di "audace vincitore".
In una lapide del 1200 si legge: "Annis exactis bis senis mille ducentis hoc ipso fieri tempore cepit opus Angelerus erat cum Bonnome consul tertius hic iuntus vir Sinibaldus erat ", nel 1300 si legge: "...fr. Sinibaldus Pennini, germanus fratris Ricculdi, de populo Sancti Petri Maioris, sacerdos et predicator; fuit plebanus in seculo, post quod ordini se subiciens, completis XXIIII annis in ordine, de hac luce migravit ad Christum...".
Tracce di questa cognomizzazione si hanno ad esempio a Montelupo (FI) dove nacque lo scultore e architetto Bartolomeo Sinibaldi, più noto come Baccio da Montelupo (1469-1535) e all'università di Perugia risulta iscritto nel 1585 un certo Sinibaldus de Sinibaldis.
Il cognome Sinibaldi ha un nucleo importante nel Lazio e Umbria, ma sembrerebbe esserci anche un ceppo bergamasco ed uno veneto.
Sicbaldi è quasi unico.
Simbaldi è probabilmente unico.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 855 famiglie Sinibaldi in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Sinibaldi in Italia!
Popolarità
Il cognome Sinibaldi è 661° nella regione Lazio
Il cognome Sinibaldi è 167° nella provincia di Rieti
Il cognome Sinibaldi è nel comune di MONTEFRANCO (TR)
Stemma
Stemma della famiglia SinibaldiSinibaldi (TOS) (Lucca)
Stemma della famiglia Sinibaldi non presenteSinibaldi (LAZ) (Roma) Titolo: nobile romano, marchese
palato di argento e di rosso
Stemma della famiglia Sinibaldi non presenteSinibaldi (LAZ MAR) (Osimo, Roma)
d'azzurro alla banda di rosso, accompagnata da tre gigli d'oro
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook