Pastore - Origine del Cognome

Origine del cognome Pastore
Origine
Deriva da un soprannome legato al mestiere di pastore o allevatore di greggi oppure dal richiamo religioso alla figura del "Buon Pastore", ossia Gesù Cristo o del "pastore d'anime" ossia il sacerdote.
Tracce di questo nome si trovano a Milano nel 1161, in un atto di compravendita dove compare un certo Pastore detto Crivello e più tardi lo stuccatore, orafo e mastro vetraio Pastorino da Siena (1508 ca. - 1592).
Il cognome Pastore è molto diffuso sia al sud (Puglia e Campania) che al nord (Piemonte, Lombardia).
Pastor, abbastanza raro, ha un ceppo in Liguria, nell'imperiese ed uno nel Friuli-Venezia Giulia.
Pastora è praticamente unico.
Pastorella parrebbe siciliano, con un ceppo nel palermitano ed uno nel siracusano.
Pastoressa, decisamente pugliese, ha un ceppo a Bitonto e Bari.
Pastorin, rarissimo, è del veneziano.
Pastorina è unico.
Pastorini ha ceppi tra genovese ed alessandrino, tra fiorentino ed aretino ed a Roma.
Pastoris, molto raro, parrebbe del vercellese.
Pastrello è veneto, delle province di Venezia, Treviso e Padova.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 4971 famiglie Pastore in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Pastore in Italia!
Popolarità
Il cognome Pastore è 26° nella regione Puglia
Il cognome Pastore è 11° nella provincia di Novara
Il cognome Pastore è nel comune di Casamassima (BA)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook