Moscardini - Origine del Cognome

Origine del cognome Moscardini
Origine
Potrebbe derivare, direttamente o tramite ipocoristici, dal nome medioevale Moscardus di cui si ha un esempio in una Carta venditionis del 1182 a Cremona: "...in hac venditione renonciavit, investivit nomine venditionis Moscardum de Antegnato nominatim de novem petiis terre sui iuris inter aratoriam et buschivam et cum sedimine uno que iacet in curte Rovereti ...".
In alcuni casi, il ceppo friulano potrebbe derivare dal nome di una località e di un corso d'acqua che sfocia nel Timavo chiamata appunto Moscarda oppure potrebbe anche derivare da soprannomi generati dal moscardo un particolare tipo di falco.
Secondo un'ulteriore ipotesi deriva da un soprannome, dal noto roditore moscardino, che per traslato significa "giovanotto alla moda".
Il cognome Moscardo ha un ceppo a Verona e Padova ed uno piemontese ad Alessandria.
Moscarda, estremamente raro, sembrerebbe tipico del goriziano e del triestino.
Moscardi ha un ceppo principale in Lombardia nel bresciano, ha un ceppo nel fiorentino ed uno tra rovigoto e padovano, un ceppo a L'Aquila ed uno a Roma.
Moscardin, rarissimo, è tipico del padovano.
Moscardini ha ceppi nel pavese, nel modenese, in Toscana, in particolare nel lucchese ed uno a Roma.
Moscardino, molto raro, ha un ceppo a Casalnuovo di Napoli ed a Napoli.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 314 famiglie Moscardini in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Moscardini in Italia!
Popolarità
Il cognome Moscardini è 1244° nella regione Toscana
Il cognome Moscardini è 203° nella provincia di Lucca
Il cognome Moscardini è nel comune di Borgo San Siro (PV)
Stemma
Stemma della famiglia MoscardiniMoscardini (LAZ) (Frosinone, Roma)
monte roccioso dalla pianura petrosa uscente dalla punta al naturale sormontato a destra da - un castoro rampante al naturale testa rivolta (moscardino) su azzurro - cometa di argento posta in palo affiancata da - 2 stelle (6 raggi) dello stesso in alto su azzurro
Stemma della famiglia MoscardiniMoscardini (LAZ) (Pofi, Roma) Titolo: nobile di Foligno, cavaliere del S. R. I.
di azzurro a tre monti rocciosi uscenti dalla pianura pietrosa e sormontati da due stelle (6) frammezzate da unaa cometa, il tutto di argento; con un castoro (moscardino) al naturale slanciato dal monte di sinistra a quello di destra, colla testa rivoltata
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook