Liberati - Origine del Cognome

Origine del cognome Liberati
Origine
Potrebbe derivare da toponimi come San Liberato (TR) oppure dal nome tardo latino Liberatus portato ad esempio da San Liberato Martire del VI secolo.
Il cognome Liberati è tipico dell'Italia centrale.
Liberata è quasi unico.
Liberato, rarissimo, ha un ceppo abruzzese ed uno campano.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 1263 famiglie Liberati in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Liberati in Italia!
Popolarità
Il cognome Liberati è 118° nella regione Lazio
Il cognome Liberati è 46° nella provincia di Viterbo
Il cognome Liberati è nel comune di Bassano Romano (VT)
Stemma
Stemma della famiglia LiberatiLiberati (LAZ) (Viterbo)
d'azzurro, alla montagna di tre cime d'oro, cimata da un olivo sormontato da una stella d'argento, raggiata di otto
Stemma della famiglia LiberatiLiberati (LAZ) (Parma, Roma) Titolo: marchese del S. R. I.
partito; nel 1° di rosso, a due spade d’argento guarnite d’oro passate in croce di S. Andrea, le punte all’ingiù; nel 2° d’azzurro, alla fascia di rosso accompagnata in capo da una stella di otto raggi d’oro, e in punta da un compasso aperto dello stesso, le punte rivolte verso il capo
Stemma della famiglia Liberati non presenteLiberati (MAR) (Camerino) Titolo: nobile di Viterbo
partito; nel 1° di rosso a due spade d'argento guarnite d'oro passate in croce di S. Andrea, le punte in giù; nel 2° d'azzurro alla fascia cucita di rosso accompagnata in capo da una stella di otto raggi d'oro, e in punta da un compasso aperto dello stesso, le punte rivolte verso il capo
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook