Catti - Origine del Cognome

Origine del cognome Catti
Origine
Dovrebbe derivare dalla modificazione del nome di persona Caterina (dal nome di etimo oscuro Hekaterìne, così riportato nei testi greci e per questo accostato all'aggettivo katharòs, con il significato di "puro", e adattato al latino Katharìne). Tale nome si diffuse in passato specialmente nell'Italia del nord con il culto di Santa Caterina (Hekaterìne) di Alessandria, martirizzata dall'Imperatore Massimiano Daia (309-313) e venerata soprattutto nei secoli X, XI e XII, e poi con il culto di Santa Caterina da Siena (XIV sec.) e di altre sante omonime.  Un'altra ipotesi legherebbe il cognome Catti al ben più diffuso Gatti, panitaliano, specifico della Lombardia, Piemonte e Liguria, derivato dal soprannome gatto, attribuito al capostipite in relazione alle caratteristiche dell'animale (furbizia, scaltrezza), o dal nome di persona Gatto (originato dai nomi medievali Gactus e Hatto, quest'ultimo derivato dal longobardo hatto, con il significato di "combattente").
Il cognome Catti è dell'Italia settentrionale.
Presenza
Ci sono circa 144 famiglie Catti in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Catti in Italia!
Popolarità
Il cognome Catti è 3152° nella regione Liguria
Il cognome Catti è 790° nella provincia di Reggio Emilia
Il cognome Catti è 23° nel comune di Villanova Canavese (TO)
Stemma
Stemma della famiglia CattiCatti (VEN)
Stemma della famiglia CattiCatti (LAZ) (Roma)
Stemma della famiglia Catti non presenteCatti (TOS) (Firenze)
Di rosso, a tre corni da caccia d'argento, legati, imboccati e guarniti d'oro, posti in fascia e ordinati l'uno sull'altro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook