Cati - Origine del Cognome

Origine del cognome Cati
Origine
Dovrebbe derivare dal cognomen latino Cato o, più probabilmente, dal praenomen latino Catus di cui si ha un esempio nel De Lingua latina di Terenzio Varrone: "...hoc enim verbo dicunt Sabini: quare Catus Aelius Sextus non, ut aiunt, sapiens, sed acutus, et quod est: Tunc coepit memorare simul cata dicta, accipienda acuta dicta. .." o anche negli Annales di Tacito: "..vertit regresso Suillio; quem vidit sequens aetas praepotentem, venalem et Claudii principis amicitia diu prospere, numquam bene usum. eadem poena in Catum Firmium senatorem statuitur, tamquam falsis maiestatis criminibus sororem petivisset. Catus, ut rettuli, Libonem inlexerat insidiis, deinde indicio perculerat..".
Il cognome Catozzo ha un ceppo piccolo tra rovigoto e ferrarese.
Cati ha un ceppo tra bolognese, pistoiese e pratese, uno nel grossetano, uno a Roma e nel reatino ed uno nel brindisino.
Cato è quasi unico.
Catozzi ha un ceppo tra rovigoto, ferrarese, bolognese, ravennate e forlivese, uno nell'anconetano, uno nel ternano ed uno tra romano e latinense.
Cattozzo è veneto e lombardo.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 109 famiglie Cati in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Cati in Italia!
Popolarità
Il cognome Cati è 4091° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Cati è 938° nella provincia di Rieti
Il cognome Cati è 10° nel comune di Roccantica (RI)
Stemma
Stemma della famiglia Cati non presenteCati (TOS) (Firenze)
D'azzurro, all'albero al naturale nodrito sul terreno dello stesso, e sormontato da un crescente rivolto d'oro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook