Benamati - Origine del Cognome

Origine del cognome Benamati
Origine
Potrebbe derivare dal nome medioevale Benamatus di cui si ha un esempio d'uso a Riva del Garda nel 1340 in un atto: "...ex auctoritate et licentia suprascripta eis data per suprascriptum dominum episcopum et omni iure modo et forma quibus melius potuerunt ellegerunt discretos viros dominum Pelegrinum condam domini Federici, ser Bonapasium condam magistri Tutboni, ser Benamatum condam domini Benrecevuti et ser Pasium condam ser Avantii dicti Ochi omnes de Rippa predicta ad predicta facienda et exequenda ...".
Il cognome Benamati è specifico della zona compresa tra trentino e veronese con un piccolo ceppo sull'appennino bolognese.
Beneamati, praticamente unico, è dell'appennino bolognese.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 84 famiglie Benamati in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Benamati in Italia!
Popolarità
Il cognome Benamati è 1982° nella regione Trentino-Alto Adige
Il cognome Benamati è 1169° nella provincia di Verona
Il cognome Benamati è nel comune di Malcesine (VR)
Stemma
Stemma della famiglia BenamatiBenamati (TOS) (Pistoia)
D'oro, a tre scaglioni di nero, e al capo di rosso caricato di tre rose del campo
Stemma della famiglia Benamati non presenteBenamati (UMB) (Gubbio)
2 avambracci che forzano la bocca di una testa di cinghiale al naturale uscente dalla partizione in sbarra su azzurro - cometa di oro posta in banda su azzurro - toro rampante di oro su verde - stella (6raggi) di oro su azzurro - 3 bande di oro su rosso - aquila coronata di nero su oro - trinciato dentato di rosso e oro
Stemma della famiglia Benamati non presenteBenamati (TOS) (Prato)
Di verde, a sei stelle a otto punte d'oro, 3.2.1
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook