Arrigoni - Origine del Cognome

Origine del cognome Arrigoni
Origine
Dovrebbe derivare dal nome gotico Heimrich.  
Nel 1400 un Arrigoni è vescovo di Lodi, nel 1493 Simone Arrigoni è Capitano della Martesana, nel 1528 Pietro Paolo Arrigoni ottiene da Carlo V un feudo nell'Oltrepò pavese nel  1531, diventano feudatari  i suoi fratelli Galeazzo e Gaspare Arrigoni; nel 1586 Constantinus Arrigonus di Rimini è Governatore  a Narni (TR), nel 1600 l’avvocato concistoriale Pompeo Arrigoni viene fatto Cardinale, nel 1648 era Podestà di Cremona il milanese Giacinto Arrigoni, nel 1837 Carlo Arrigoni diventa Gonfaloniere di Ravenna.
Il cognome Arrigoni è tipico lombardo, della zona di Milano, Como, Lecco, Bergamo e Brescia, ha un ceppo anche nel forlivese ed uno ta Lucca e Pistoia.
Presenza
Ci sono circa 2027 famiglie Arrigoni in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Arrigoni in Italia!
Popolarità
Il cognome Arrigoni è 101° nella regione Lombardia
Il cognome Arrigoni è 42° nella provincia di Lecco
Il cognome Arrigoni è nel comune di Pasturo (LC)
Stemma
Stemma della famiglia ArrigoniArrigoni (LAZ) (Roma)
(inquartato: il 1° e 4° d'oro, all'aquila coronata di nero; il 2° d'argento, a tre bande convesse di rosso; il 3° d'argento, a tre bande concave di rosso; alla fascia in divisa di ..., caricata del monogramma A R di ..., affiancato da due stelle (6) di ...)
Stemma della famiglia ArrigoniArrigoni (LOM) (Mantova) Titolo: marchesi di Villadeati
inquartato, al 1° e 4° d'oro, all'aquila coronata, di nero; al 2° e 3° bandato d’argento e di rosso, con la fascia d’azzurro, carica di una sigla d’oro, formata dalle lettere A R, accostata da due stelle dello stesso, sulla partizione
Stemma della famiglia ArrigoniArrigoni (LOM) (Milano)
inquartato: nel 1º e 4º bandato d'argento e di rosso; nel 2º e 3º d'oro all'aquila di nero coronata del campo; alla fascia d'azzurro caricata di due stelle a sei punt d'oro; sul tutto d'azzurro, alle lettere maiuscole d'argento A R unite
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook