Come ottenere i visti ESTA e eTA per incontrare i parenti emigrati in America

Dopo lunghi mesi di distanza, possiamo tornare a riabbracciare i nostri parenti oltreoceano. Finalmente sarà possibile rivedersi non solo in videochiamata: è giunto il momento di pianificare il viaggio per ritrovare i nostri famigliari negli USA o in Canada.

Quando si comincia a organizzare un viaggio nei Paesi dell'America settentrionale capita molto spesso di incontrare i termini ESTA ed eTA. Ma cosa indicano esattamente queste due sigle? 

ESTA: cosa significa?

La sigla ESTA sta per "Electronic System for Travel Authorization", ovvero sistema elettronico di autorizzazione di viaggio. Il Department of Homeland Security statunitense ha introdotto l'ESTA in seguito agli attentati terroristici dell'11 settembre 2001. In precedenza, ai viaggiatori diretti verso gli USA bastava compilare il modulo verde I-94W durante il volo.

Oggi, invece, grazie all'ESTA il CBP (U.S. Customs & Border Protection) conosce in anticipo l’identità di chi intende accedere al Paese e può respingere gli individui che sembrano volersi recare negli Stati Uniti d'America con cattive intenzioni.

Visto ESTA per gli USA
Come ottenere l'ESTA per gli USA

Richiedere l’ESTA USA

L'ESTA può essere richiesto comodamente online. Una volta compilato il modulo di richiesta ed effettuato il pagamento, la domanda verrà preso in carico. Non appena la richiesta dell'ESTA sarà approvata, si riceve una e-mail di conferma.

L'autorizzazione di viaggio per gli USA è valida per un periodo di due anni a partire dal momento del rilascio (o fino alla scadenza del passaporto associato all'ESTA USA). Durante tale arco di tempo è possibile andare a trovare amici e parenti negli Stati Uniti d'America ogni qualvolta lo si desidera, a patto che ogni soggiorno duri massimo 90 giorni.

eTA: cosa significa?

Il Canada ha introdotto un sistema molto simile, chiamato però "eTA", una sigla che significa "Electronic Travel Authorization" (autorizzazione di viaggio elettronica). Il sistema è stato introdotto il 10 novembre 2016 per poter monitorare l'ingresso dei viaggiatori ai quali non si applica l'obbligo di visto.

L'ente responsabile dei controlli è l'Immigration, Refugees & Citizenship Canada (IRCC), che, per ogni viaggiatore, stabilisce i rischi relativi alla sicurezza o all'immigrazione clandestina. In assenza di pericoli, l'eTA viene concessa.

Sulla base del numero del passaporto, la compagnia aerea può verificare che i passeggeri siano in possesso di un'eTA valida, conditio sine qua non all'imbarco. Tuttavia, l'ingresso al Paese non è comunque da dare per scontato. All'arrivo, il Dipartimento per l'Immigrazione canadese si riserva di consentire o meno l'ingresso sulla base del passaporto e di eventuali altri documenti.

Visto eTA per il Canada
Per viaggiare in Canada è necessario l'eTA

Richiedere l’eTA Canada

Anche l'eTA per il Canada si può richiedere online compilando un modulo digitale. In seguito, l'eTA viene associata in maniera elettronica al passaporto e rimane valida per ben cinque anni in cui potrete rivedere i vostri familiari canadesi per un numero illimitato di volte, con soggiorni nel Paese di massimo sei mesi. Nel momento in cui scade il passaporto, anche l'eTA perde validità, quindi è molto importante effettuare tutte le verifiche necessarie ben prima della partenza.

Buon viaggio!

22 novembre 2021 - Redazione Cognomix.it

LEGGI TUTTE LE NEWS

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook