Vittorio - Origine del Cognome

Origine del cognome Vittorio
Origine
Dovrebbe derivare, direttamente o tramite ipocoristici, dal latino Victor che significa "il vincitore, il vittorioso" o dai suoi derivati italiani Vittore o Vittorio, ma non è da escludere anche una possibile derivazione dai molti toponimi dedicati a San Vittore, come a solo titolo di esempio San Vittore (FC), (PG) o (AN) o San Vittore del Lazio nel frusinate e San Vittore Olona nel milanese.
Il cognome Vittori ha ceppi in Lombardia, in Friuli nel goriziano e nel triestino, in Romagna nel forlivese, cesenate e riminese, e soprattutto è molto radicato nella fascia che comprende il Piceno, l'Umbria e tutto il Lazio.
Vittor ha un ceppo tra le province di Gorizia e Udine.
Vittore è tipico del barese.
Vittorelli, piuttosto raro, è sparso sulla penisola.
Vittorini ha un ceppo nel maceratese, uno importante abruzzese, nel teatino, ed uno nel romano.
Vittorino, abbastanza raro, ha un ceppo nel salernitano, uno nel cosentino ed uno in Sicilia tra palermitano e trapanese.
Vittorio ha un ceppo nell'udinese, uno a Roma, uno a Napoli e nel napoletano ed uno a Catania e nel catanese.
Vittur sembra essere della provincia di Bolzano.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 250 famiglie Vittorio in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Vittorio in Italia!
Popolarità
Il cognome Vittorio è 1928° nella regione Sicilia
Il cognome Vittorio è 422° nella provincia di Catania
Il cognome Vittorio è nel comune di Campoformido (UD)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
COGNOMIX APP
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook