Titi - Origine del Cognome

Origine del cognome Titi
Origine
Deriva, direttamente o tramite diminutivi o accrescitivi, dal nomen latino Titus o Titinus o dalla Gens Titia o dalla Gens Titinia. Potrebbe derivare anche da un soprannome legato al termine calabrese titu, "piccolo" oppure dal toponimo Tito comune in provincia di Potenza.
Il cognome Tito ha un ceppo nel napoletano, uno nel potentino ed uno nel tarentino.
Titola ha qualche presenza in Sicilia.
Titolo, raro, è sparso a macchia di leopardo sulla penisola.
Titomaglio è praticamente unico.
Titomalio dovrebbe essere napoletano.
Titone è specifico del trapanese.
Titoni, estremamente raro, parrebbe del veronese.
Titi, molto raro, ha un ceppo romano, uno nel perugino ed uno nel brindisino. Titini, rarissimo, è del centro Italia.
Titino, quasi unico, è del sud.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 70 famiglie Titi in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Titi in Italia!
Popolarità
Il cognome Titi è 3611° nella regione Abruzzo
Il cognome Titi è 989° nella provincia di Teramo
Il cognome Titi è 140° nel comune di Sant'Omero (TE)
Stemma
Stemma della famiglia TitiTiti (TOS) (Sansepolcro, Pisa, Livorno, Firenze)
Troncato: nel 1° scaccato di rosso e d'argento; nel 2° d'azzurro, alla banda d'argento caricata di tre rose di rosso
Stemma della famiglia TitiTiti (EMI) (Ravenna)
d'azzurro, al leone d'oro, tenente con le branche una torcia dello stesso, accesa e fumante di rosso, col capo d'oro, all'aquila spiegata di nero
Stemma della famiglia Titi non presenteTiti (TOS) (Firenze)
scaccato di rosso e di oro (4 file) - 3 rose di rosso su banda di argento su azzurro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
Scopri il passato della tua famiglia
SOCIAL
Seguici su Facebook