Schiavelli - Origine del Cognome

Origine del cognome Schiavelli
Origine
Dovrebbe derivare dall'italianizzazione di forme ipocoristiche tardo medioevali che indicassero un'origine slava dei capostipiti, dal termine medioevale sclavus, "slavo", forse di corporatura minuta, tanto da giustificare la forma diminutiva del termine.
Il cognome Schiavello ha un grosso ceppo a Roma ed uno più piccolo nel vibonese.
Schiavella è tipicamente laziale, del romano in particolare.
Schiavelli ha un piccolissimo ceppo a Roma ed uno nel cosentino.
Schiavetta è del nord Italia.
Schiavetti ha un piccolo ceppo nel mantovano, uno toscano ad Empoli nel fiorentino e nel livornese, ed uno nel romano.
Schiavetto, molto raro, ha un ceppo veneto nel trevisano ed uno romano.
Schiavitti, quasi unico, è dell'area abruzzese laziale.
Schiavitto, ancora più raro, è campano.
Schiavulli ha un ceppo romano, uno nel foggiano ed uno nel barese.
Schiavullo, quasi unico, è del napoletano.
Schiavuzzi, estremamente raro, sembrerebbe settentrionale.
Schiavuzzo è praticamente unico.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 35 famiglie Schiavelli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Schiavelli in Italia!
Popolarità
Il cognome Schiavelli è 3972° nella regione Calabria
Il cognome Schiavelli è 1566° nella provincia di Pistoia
Il cognome Schiavelli è 106° nel comune di Corigliano Calabro (CS)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook