Scatti - Origine del Cognome

Origine del cognome Scatti
Origine
Deriva dall'aferesi di diminutivi del nome Francesco.
Tracce di questa cognomizzazione si trovano nel 1500 a Riva del Garda (TN) negli atti di una causa tra un certo Bartolomeo Gomberti e Francesco Ceschini di Gargnano (BS) e verso la fine del 1500 si trovano atti di un notaio Francesco Ceschini di Cologna (BZ).
Il cognome Ceschi è tipico veronese.
Cesca ha un ceppo tra Treviso e Venezia ed il Friuli e uno nel maceratese. 
Ceschel, piuttosto raro, potrebbe avere un ceppo veneto.
Ceschelli è quasi unico.
Ceschina, molto raro, è del comasco.
Ceschin è decisamente trevigiano.
Ceschini, più raro,  sembra avere un ceppo nel basso trentino ed uno in provincia di Macerata.
Ceschino, rarissimo, parrebbe del torinese. 
Cesco è proprio della zona che unisce la regione Veneto con il Friuli-Venezia Giulia.
Cescato è Veneto, tipico del bellunese e trevisano.
Cescatti, Cescolini, Cescotti e Ceschinelli sono della provincia di Trento.
Cesconetto, molto raro, è trevisano.
Cescot, rarissimo, potrebbe essere della provincia di Pordenone.
Cescut è tipico delle province di Pordenone e Venezia.
Cescutti è specifico dell'udinese e del pordenonese.
Scatti e Scattini sono piuttosto rari.
Scatto è veneziano.
Scatton, molto raro, è del Friuli Venezia Giulia.
 
Varianti
Scopri il passato della tua famiglia
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook