Rabiti - Origine del Cognome

Origine del cognome Rabiti
Origine
Potrebbe avere origini bizantine o neogreche e derivare da un soprannome originato dal termine greco rabdos, "verga, bacchetta", forse ad indicare nei capostipiti dei rabdomanti o semplicemente dei pastori.
E' anche possibile una derivazione dal nome medioevale Rabitus di cui si ha un esempio in un atto pisano dell'anno 1196: "..Presentibus Rabito quondam Guidonis Nani et Rainerio quondam Marthucci et Gerardo quondam Conetti et Stefano judice et notario rogatis testibus..".
Il cognome Rabiti ha un ceppo romagnolo nel ravennate e forlivese ed uno nel grossetano.
Rabita sembrerebbe originario dell'ennese.
Rabite è praticamente unico.
Rabito è tipicamente siciliano, del siracusano, del ragusano, del nisseno e dell'agrigentino, con un piccolo ceppo anche in Veneto nel vicentino.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 113 famiglie Rabiti in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Rabiti in Italia!
Popolarità
Il cognome Rabiti è 2549° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Rabiti è 408° nella provincia di Forlì-Cesena
Il cognome Rabiti è 13° nel comune di Rocca San Casciano (FC)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook