Cerato - Origine del Cognome

Origine del cognome Cerato
Origine
Deriva da soprannomi legati alla presenza di uno o più cerri (alberi) nelle vicinanze dell'abitazione delle famiglie o, più probabilmente, da toponimi che contengono la radice cerro, estremamente diffusi in Italia come ad esempio: Cerreto Alpi (RE), Cerreto Castello (BI), Cerreto d'Asti (AT), Cerreto Laziale (RM), Cerro al Lambro (MI), Cerro Maggiore (MI) ecc. 
Tracce di famiglia Cerri si trovano: in Lunigiana, dove nel 1550 è presente con mansioni di notaio un tal Giovanni Michele dei Cerri di Bigliolo; nel 1580 M. Antonio Cerri da Montone (PG) scrive saggi sulla poesia lirica latina; nel 1770 a Pumenengo (BG) in qualità di podestà vi è Girolamo dei Cerri di Vailate.
Il cognome Cerri è presente in tutta la fascia occidentale dell'Italia centro settentrionale ed ha più aree di origine: una nelle province di Milano, Novara e Pavia, una nelle province di Pisa e Lucca, ed un'altra nel Lazio.
Cerra ha un ceppo nella provincia di Catanzaro, uno in quella di Salerno e presenze sparse per la penisola.
Cerrina è piemontese.
Cerrito ha un ceppo laziale, uno siciliano ed uno campano.
Cerruto è siciliano, del ragusano in particolare.
Cerutti è lombardo piemontese.
Cerato è tipico del nord Italia: Veneto, Piemonte e Lombardia in particolare.
Cierro è napoletano.
Precerutti, piuttosto raro, potrebbe avere un ceppo lombardo.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 538 famiglie Cerato in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Cerato in Italia!
Popolarità
Il cognome Cerato è 710° nella regione Veneto
Il cognome Cerato è 210° nella provincia di Vicenza
Il cognome Cerato è nel comune di Vestenanova (VR)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook