Bravo - Origine del Cognome

Origine del cognome Bravo
Origine
Deriva dal termine rinascimentale bravo, "guardia", direttamente o tramite un soprannome, oppure dal nome Bravo entrato in uso in Italia in epoca tardo rinascimentale.
Il cognome Bravi è distribuito in tutta l'Italia con una prevalenza nel centro nord.
Bravetti è più specifico del centro.
Bravin è del Friuli e del vicino trevisano.
Bravini è tipico del ternano, del viterbese e del romano.
Bravo è ben presente in tutta l'Italia settentrionale, nel Lazio ed Abruzzo e nel palermitano.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 633 famiglie Bravo in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Bravo in Italia!
Popolarità
Il cognome Bravo è 960° nella regione Friuli-Venezia Giulia
Il cognome Bravo è 620° nella provincia di Brescia
Il cognome Bravo è nel comune di Bollengo (TO)
Stemma
Stemma della famiglia Bravo non presenteBravo (SIC) (Sicilia)
d’azzurro, al castello scaccato d’oro, azzurro e rosso, posto sopra onde marine d’azzurro e d’argento, aperto di nero, torricellato di due pezzi, e sormontato sulle due torri da due aquile spiegate di nero; esso castello caricato nel cuore da uno scudetto d’azzurro, a tre gigli d’oro, e guardato da un leone rampante d’oro, posto dinanzi la porta
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook