Balsimelli - Origine del Cognome

Origine del cognome Balsimelli
Origine
Deriva dal nome beneaugurale medioevale Balsamus
Esempio di questa cognomizzazione si ha a Solofra (AV) nel 1100 con il notaio Balsamus, come si legge in un suo atto: "...sui et illius heredibus viginti auri solidos constantinatos, et in suprascripta divisione semper firmiter permanere. Et taliter tibi Balsamus clericus et notarius scribere precepi ...". Personaggio famoso con questo cognome fu l'avventuriero, alchimista e guaritore Giuseppe Balsamo (1743-1795) detto Conte Cagliostro.
Il cognome Balsamo è diffuso in tutto il sud Italia e Sicilia, con un ceppo anche in Piemonte e Liguria.
Balsamini, molto raro, è tipico del pesarese.
Balsamello, molto raro, è specifico del palermitano.
Balsimini, raro anch'esso, si riscontra in Toscana e Veneto.
Balsomini, rarissimo, ha presenze in Emilia Romagna, Sicilia e Marche.
Balzamo ha un probabile ceppo napoletano ed uno pugliese.
 
Varianti
Stemma
Stemma della famiglia Balsimelli non presenteBalsimelli (TOS) (Firenze)
Troncato: nel 1º d'oro, all'aquila dal volo spiegato di nero, coronata del campo; nel 2º d'argento, a due piante di verde, nodrite sul terreno al naturale, con gli steli decussati, ciascuno fruttato di due spighe ricadenti d'oro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook