Ballestra - Origine del Cognome

Origine del cognome Ballestra
Origine
Dovrebbe derivare da un soprannome di mestiere legato alla fabbricazione o vendita di balestre o dalla qualifica militare di operatore alla balestra. 
Tracce di questa cognomizzazione si trovano in un atto del 1434 a Bormio con un certo Giacomino Balestrus e nel 1500 a Milano con l'architetto ed ingegnere idraulico Giovanni Balestrieri o Balestrini (esistono entrambi i riferimenti); nel 1534 risulta podestà di Bergamo Nicola Balestro; in Valtellina nel 1700 con Lodovico Balestra fu Mariano, abitante a Fusine (SO), tesoriere della veneranda Scuola del Santissimo Sacramento.
Il cognome Balestra è diffuso in tutta l'Italia peninsulare.
Balestri è tipico della zona che comprende Toscana, modenese, bolognese, ravennate e forlivese.
Balestrini ha un nuleo nel milanese e Lombardia a nord di Milano, nel genovese e cagliaritano e nelle Marche.
Balestrino ha un nucleo a Genova, uno a Cagliari ed uno nel salernitano.
Balestro, molto raro, ha un ceppo nel vicentino ed uno in Umbria.
Balestracci ha un ceppo toscano,  uno lombardo ed uno ligure.
Balestrazzi è tipico dell'Emilia Romagna.
Balestreri è tipicamente lombardo.
Balestrero è ligure piemontese, dell'alessandrino e genovese in particolare.
Balisteri è probabilmente unico.
Ballestrieri è molto raro.
 
Varianti
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook