Annibaldi - Origine del Cognome

Origine del cognome Annibaldi
Origine
Dovrebbe derivare dal nome punico Hannibal (significa "grazia di Baal", il dio supremo dei fenici e dei punici) o dal bizantino Hannibalianus.
Tracce di questo cognomen si hanno fin dal 300 d.C. con l'imperatore Flavius Hannibalianus figlio di Flavius Dalmatius e nipote dell'imperatore di origine illirica Flavius Valerius Constantius. 
Nel 1350 si ha il Cardinale Annibaldo da Ceccano, principe di Avignone, in qualità di legato del Pontefice Romano Clemente VI. La famiglia Annibaldi, divisa in 3 ceppi:  della Molara, di Montecompatri e Zancato, ebbe numerosi senatori e cardinali, tra i suoi più celebri figli annovera il cardinale Riccardo della Molara, che prende il nome della omonima fortezza vicino Tuscolo, sua abituale residenza. Nella biografia del Petrarca, fra i suoi amici, vi è Paolo Annibaldi. San Tommaso d'Acquino dedica parte della sua Catena Aurea ad Annibaldo Annibaldi, a Roma, nella basilica di S.Maria in Trastevere, è conservato il mausoleo del cardinale Pietro Annibaldi (?-1414).
Il cognome Annibale sembra essere di origini campane anche se potrebbe avere un ceppo secondario nel veneziano.
Annibali e Annibaldi sono tipici dell'Italia centrale.
Anniballo, raro, potrebbe essere campano. 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 103 famiglie Annibaldi in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Annibaldi in Italia!
Popolarità
Il cognome Annibaldi è 3463° nella regione Abruzzo
Il cognome Annibaldi è 1101° nella provincia di Rieti
Il cognome Annibaldi è nel comune di Campotosto (AQ)
Stemma
Stemma della famiglia AnnibaldiAnnibaldi (LAZ) (Roma)
rosso con due fasce bianche, dalla parte di sopra due leoni rampanti l'uno contro l'altgro, nella parte di sotto sei bulle bianche
Stemma della famiglia AnnibaldiAnnibaldi (LAZ) (Roma)
d'argento, alla gemella di rosso, la prima burella caricata da quattro palle del primo, sostenente due leoni passanti affrontati del secondo, e accompagnata in punta da due fasce controinnestate d'azzurro
Stemma della famiglia AnnibaldiAnnibaldi (LAZ) (Viterbo)
spaccato, al 1° d'argento, allo scorpione di nero; al 2° d'azzurro, a due leoni affrontati d'oro; con la fascia di rosso attraversante
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook