Amari - Origine del Cognome

Origine del cognome Amari
Origine
Dovrebbe derivare, direttamente o attraverso ipocoristici, da forme contratte del nome germanico Ademaro, ma non si può escludere, soprattutto per i ceppi siciliani, una derivazione dal dialettale amaru, "infelice" o dal nome arabo Ammar. Si ricorda con questo nome Ammar ibn Yasir nato nel 570, stesso anno di Maometto, di cui fu grande amico.
Il cognome Amaro ha un ceppo nel napoletano e nel salernitano, un ceppo nel reggino ed uno in Sicilia nel trapanese.
Amari è tipicamente siciliano, dell'agrigentino, di Palermo e del trapanese.
Amarini ed Amarino sono quasi unici, così come Amar, Amarelli ed Amarello.
D'Amario potrebbe essere originario dell'Abruzzo.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 219 famiglie Amari in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Amari in Italia!
Popolarità
Il cognome Amari è 2201° nella regione Valle d'Aosta
Il cognome Amari è 805° nella provincia di Agrigento
Il cognome Amari è 20° nel comune di Ribera (AG)
Stemma
Stemma della famiglia AmariAmari (SIC) (Palermo, Trapani) Titolo: marchese di S. Carlo; conte di Sant’Adriano, barone dei Salti dei Mulini, Marineo, Risalaimi; signore di Sullia, Ficuzza, Casalicchio, Melia, Rinella
d'argento, alla sirena al naturale, posta sopra un mare di azzurro movente dalla punta, col capo dello stesso, caricato di una stella (6) d'oro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook