Tura - Origine del Cognome

Origine del cognome Tura
Origine
Dovrebbe derivare dall'aferesi del nome augurale Bonaventura legato al vocabolo latino  venturum, "quanto sta per accadere" o da venturus, "colui che sta per giungere".
Tracce di questa cognomizzazione le troviamo nel 1300 a Siena con il cronista Agnolo di Tura e nel 1400 con l'insigne medico Bartolo di Tura, nel 1400 a Ferrara con il pittore Cosme Tura (1430-1495) e nel 1500 a Solofra (AV) leggiamo: "...magnifici Joseph accolito Petrone, Dominico di Tura, et Basilio Giliberti...".
Il cognome Tura sembrerebbe avere oltre al ceppo principale nel bolognese, ferrarese e ravennate, anche un ceppo nel riminese e nel vicentino. Turati è tipico del comasco e potrebbe derivare anche dal toponimo Turate (CO).
Turato dovrebbe essere originario delle province di Padova e Vicenza. Turatti è del nord Italia. Turel, quasi unico, è del goriziano e triestino. Turella ha un ceppo nel basso trentino  con diramazioni anche nel veronese, ed uno laziale e nel frusinate. Turelli ha un ceppo nel basso bresciano ed uno tra pisano e livornese. Turello ha un ceppo nell'udinese ed uno tra torinese ed astigiano.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 389 famiglie Tura in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Tura in Italia!
Popolarità
Il cognome Tura è 1256° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Tura è 326° nella provincia di Rimini
Il cognome Tura è nel comune di Sellero (BS)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook