Tinti - Origine del Cognome

Origine del cognome Tinti
Origine
Dovrebbe derivare dal cognomen latino Tintinus (da tinctus, "intinto, immerso", inteso come "battezzato", cioè tinctus aqua salutis aeternae, che vuol dire "immerso nella acqua dell'eterna salvezza".
Si hanno tracce intorno al 1000 di un Tintinus, grande latifondista.
Il cognome Tinti potrebbe avere più ceppi: nel bresciano, nel bolognese in provincia di Firenze e Arezzo, nell'anconetano e nel sud della Sardegna.
Tinta è specifico del triestino.
Tintino, quasi unico, parrebbe partenopeo.
Tinto ha un ceppo a Roma ed uno a Napoli.

 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 1362 famiglie Tinti in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Tinti in Italia!
Popolarità
Il cognome Tinti è 336° nella regione Marche
Il cognome Tinti è 89° nella provincia di Pesaro e Urbino
Il cognome Tinti è nel comune di Melara (RO)
Stemma
Stemma della famiglia Tinti non presenteTinti (MAR PUG) (Ancona, Bari)
fascia di rosso su troncato di azzurro e di oro - stella (8raggi) di oro accompagnata verso il basso da 2 gigli dello stesso posti in fascia sull'azzurro - albero sradicato al naturale sull'oro
Stemma della famiglia Tinti non presenteTinti (CAM) (Benevento)
testa di moro al naturale di profilo attorcigliata di argento su argento
Stemma della famiglia Tinti non presenteTinti (LOM) (Cremona)
d'argento, alla banda di rosso; con il capo dell'Impero
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook