Tassi - Origine del Cognome

Origine del cognome Tassi
Origine
Dovrebbe derivare dal nome longobardo Tasso di cui si ha un esempio in un atto giudiziario scritto a Pavia nel 762: "...In nomine Domini. Dum ex iussione domni precellentissimi Desiderii regis resedissemus nos illustribus ueris Gisilpert... ...et Alpert de ciuitate Pisana. dicebat ipse Tasso: quia tu Alpert contra ordinem introisti in res quondam Auriperti germani tui, ...". Potrebbe in alcuni casi derivare dal nome di una località, Tasso, nel Genovese e nell'Aretino.
Tracce di questa cognomizzazione si trovano nel Codice Diplomatico Bresciano al Repertorio dei Notai roganti, nel quale è menzionato un atto rogato nel 1192 da un certo "Bertramus Tassus notarius sacri pallatii interfui et rogatus scripsi". Ricordiamo tra i personaggi con questo nome il famosissimo autore sorrentino della Gerusalemme Liberata Torquato Tasso (1544-1595).
Il cognome Tassi è comune in tutta la fascia che comprende la Lombardia, l'Emilia ed il centro Italia.
Tasso sembra avere più ceppi, nel genovese ed alessandrino, nel torinese, nel Veneto ed al sud in Campania e Calabria.
Tassetti ha un ceppo nel bergamasco ed uno nel maceratese.
Tassetto è tipico del veneziano.
Tassini ha un ceppo nell'area mantovana, uno nell'area giuliana, uno tra fiorentino, aretino, senese e perugino ed uno tra romano e latinense.
Tassino, rarissimo, sembrerebbe genovese.
Tassotti ha un ceppo nell'alto Friuli, un ceppo marchigiano nel Piceno ed uno a Roma.
Tassotto è specifico dell'udinese.

 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 1753 famiglie Tassi in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Tassi in Italia!
Popolarità
Il cognome Tassi è 236° nella regione Umbria
Il cognome Tassi è 116° nella provincia di Piacenza
Il cognome Tassi è nel comune di Camerata Cornello (BG)
Stemma
Stemma della famiglia TassiTassi (Firenze)
Partito d'azzurro e d'argento, al monte di sei cime dell'uno all'altro, movente dalla punta, e sormontato da tre palle, 2.1, le due dell'uno nell'altro e l'una dell'uno all'altro
Stemma della famiglia TassiTassi (LAZ) (Roma)
d'oro, al toro passante di rosso; col capo d'azzurro, a tre gigli d'oro, alternati con due pali di rosso
Stemma della famiglia Tassi non presenteTassi (LOM) (Bergamo)
corno di nero sospeso a una catena dello stesso su argento - tasso passante di argento su verde
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook