Scarabelli - Origine del Cognome

Origine del cognome Scarabelli
Origine
Dovrebbe derivare dal nome medioevale Scaramellus/Scarabellus o da modificazioni dall'antico nome germanico Garvino. Tracce di questo nome si hanno ad esempio nel XII secolo, nel Codice Diplomatico della Lombardia medievale, in un atto del 1150 dove si legge: “…Ego Scarabellus, notarius sacri palatii, scripsi, post traditam conplevi et dedi …”. Scarabelli sembra avere due ceppi, uno tra milanese e pavese ed uno tra bolognese e modenese mentre Scarabello è tipico del padovano. Scaramella, diffuso a macchia di leopardo, ha ceppi nel sondriese e nel bresciano, nel romano, aquilano e latinense e nel napoletano e salernitano. Scaramel, quasi unico, è veneto. Scaramelli ha un ceppo nel modenese a Modena e Maranello, a Ferrara ed a Crevalcore nel bolognese, ed un ceppo toscano nel pisano a Cascina e Pisa ed a Firenze. Scaramello, praticamente unico, sembrerebbe dovuto ad errori di trascrizione. Scaravelli, presente in Emilia Romagna, è quasi unico. Scarabella è unico.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 454 famiglie Scarabelli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Scarabelli in Italia!
Popolarità
Il cognome Scarabelli è 1313° nella regione Valle d'Aosta
Il cognome Scarabelli è 150° nella provincia di Pavia
Il cognome Scarabelli è nel comune di Santa Maria della Versa (PV)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook