Poli - Origine del Cognome

Origine del cognome Poli
Origine
Deriva dal nome medioevale Polo, diminutivo contratto di Paolo (dall'aggettivo latino paulus che significa "piccolo" o anche "giovane") oppure dai vari toponimi tipo San Polo dei Cavalieri (RM) oppure San Polo di Piave (TV). Potrebbe inoltre derivare dal greco polis con il significato di "città" oppure di "molto" (per estensione "famiglia numerosa").
La diffusione del cognome si deve anche al culto per San Paolo apostolo ed i vari santi omonimi.
Il cognome Poli è molto diffuso in tutto il nord Italia, mentre Polo è propriamente veneto con un probabile ceppo secondario nella penisola salentina ed uno nella Sardegna nordoccidentale. Polella è quasi unico. Polelli è specifico del ferrarese. Polello ha un ceppo a Chioggia e presenze nella provincia di Rovigo. Polin sembra specifico del trevisano. Polini ha ceppi tra bergamasco e bresciano, in Romagna e nel Piceno. Polino sembrerebbe tipicamente campano in particolare del salernitano e del vicino potentino, con un ceppo anche nel cosentino ed in Sicilia tra messinese ed ennese. Polucci, molto raro, ha presenze nel maceratese e nel romano. Poluzzi è tipico del bolognese.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 5888 famiglie Poli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Poli in Italia!
Popolarità
Il cognome Poli è 37° nella regione Toscana
Il cognome Poli è 14° nella provincia di Bologna
Il cognome Poli è nel comune di Treviolo (BG)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook