Persico - Origine del Cognome

Origine del cognome Persico
Origine
Potrebbe derivare direttamente o tramite ipocoristici dal cognomen latino e nome medioevale Persicus, di cui si ha un esempio con Annuntius Persicus de Persicis citato nella Lista degli scolari dello Studio di Perugia relativa all'anno 1574. E' pure possibile una derivazione dai molti toponimi contenenti nel loro nome la radice Persic-, o da soprannomi collegati con caratteristiche morfologiche del luogo in cui risiedeva la famiglia, luogo caratterizzato dalla presenza di molti alberi di pesco (persici nelle varie forme dialettali).
Il cognome Persico è diffuso in tutto il centrosud, particolarmente nelle province di Roma, Latina, Pescara, Caserta, Napoli, Salerno, nel leccese, nel catanzarese ed in Sicilia.
Persici ha un ceppo bolognese, ed uno a Roma con presenze significative anche in Umbria.
Persichelli, molto raro, è romano. Persichello è quasi unico, Persichetti è tipico dell'area che comprende l'Umbria, l'Abruzzo ed il Lazio.
Persichetti è specifico di Umbria e Lazio. Persichilli è tipicamente laziale, del frusinate ed in particolare di Ripi, con un piccolo ceppo in Molise.
Persichillo è tipico della provincia di Campobasso.
Persichini è tipico di Marche, Umbria e Lazio. Persichino, molto raro, è tipico del frusinate e del napoletano.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 1913 famiglie Persico in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Persico in Italia!
Popolarità
Il cognome Persico è 328° nella regione Campania
Il cognome Persico è 82° nella provincia di Bergamo
Il cognome Persico è nel comune di Caramanico Terme (PE)
Stemma
Stemma della famiglia Persico non presentePersico (LOM) (Cremona) Titolo: conti di Sabbioneta
fasciato di nero e d'argento, con l'albero di persico al naturale sul tutto e caricato dello scudetto visconteo
Stemma della famiglia Persico non presentePersico (Verona)
d'azzurro, allo scaglione d'argento, accompagnato da tre pesche al naturale, fogliate di tre pezzi di verde
Stemma della famiglia Persico non presentePersico (LAZ LOM VEN) (Bergamo, Venezia, Roma)
angelo di carnagione in maestà alato e galeato (con il capo coperto da una elmo di cuoio) vestito di argento tenente in destra un ramo di pesca fruttato di 2 pezzi al naturale su troncato di azzurro e di oro - fascia di oro su scudetto ovale di azzurro su - aquila bicipite coronata su ambo le teste di oro su rosso
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook