Pasquali - Origine del Cognome

Origine del cognome Pasquali
Origine
Dovrebbero derivare, direttamente o tramite ipocoristici, accrescitivi o forme dialettali, dal nome tardo latino Pasqualis, dalla sua traduzione Pasquale o da forme dialettali come Pascale. Il nome veniva normalmente attribuito ai bambini nati appunto durante il periodo delle feste pasquali.
Pascale sembrerebbe tipico del sud, Campania soprattutto, ma ha ceppi significativi anche in Lazio, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia,
Pascali, tipicamente pugliese, del Salento in particolare, ha ceppi anche nelle province di Vibo Valentia e Cosenza
Pasqual è tipico dell'area veneto, friulana, del veneziano in particolare, ma anche del vicentino, trevigiano, pordenonese ed udinese,
Pasquale, pur essendo panitaliano, è maggiormente presente in Abruzzo, Molise, Puglia e Campania, con ceppi comunque anche in Sicilia, Calabria, Basilicata e Lazio ed in tutto il nord.
Pasqualetti ha un ceppo toscano, in particolare nel fiorentino e nel pisano, ed un ceppo tra ternano, viterbese e romano.
Pasqualetto, ha un nucleo in Veneto, in particolare nel veneziano ed un ceppo in Sicilia nel nisseno.
Sia Pasquali che Pasqualini sono distribuiti al centro nord mentre Pasqualin è molto diffuso nel Veneto, soprattutto nel vicentino, trevisano, padovano e veneziano.
Pasqualino ha un ceppo nel reggino ed in Sicilia.
Pasqualinotto è specifico di Iesolo nel veneziano
Pasqualis è decisamente triestino mentre Pasqualon, molto raro, è tipicamente veneto.
Pasqualone è della zona che comprende gli Abruzzi, il Molise ed il romano.
Pasqualoni è specifico del perugino, del ternano e del romano.
Pasqualotto, tipicamente veneto.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 3285 famiglie Pasquali in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Pasquali in Italia!
Popolarità
Il cognome Pasquali è 129° nella regione Lazio
Il cognome Pasquali è 52° nella provincia di Mantova
Il cognome Pasquali è nel comune di Vallinfreda (RM)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook