Nuti - Origine del Cognome

Origine del cognome Nuti
Origine
Dovrebbe derivare, direttamente o tramite ipocoristici, da forme aferetiche del nome beneaugurale medioevale Benvenutus.
Tracce di queste cognominizzazioni si trovano ad esempio a Siena nel 1300, in un atto leggiamo: "Anno Domini millesimo CCCXVIII, indictione secunda, die XXVI mensis ianuarii. Actum Senis, coram Vannuccio Nuti et Martino Iohannini testibus presentibus et rogatis. Ego ser Monte notarius quondam ser Pigii de Podio Boniçi qui moror Senis in populo Santi Desiderii, ..." e in una lapide del 1452 dedicata all'architetto dei Malatesta Matteo Nuti di Fano: "MCCCCLII / MATHEVS NVTIS / FANENSI EX VRBE CREATVS / DEDALVS ALTER OPVS / TANTVM DEDVXIT AD VNGVEM ".
Il cognome Nuti è tipico dell'area che comprende il forlivese, la Toscana, soprattutto il fiorentino ed il pisano, l'Umbria ed il romano.
Nutini, decisamente meno comune, ha un ceppo nel lucchese ed uno a Firenze e nel fiorentino.
Nutino, praticamente unico, è dovuto ad un errore di trascrizione del precedente.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 946 famiglie Nuti in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Nuti in Italia!
Popolarità
Il cognome Nuti è 140° nella regione Toscana
Il cognome Nuti è 44° nella provincia di Pisa
Il cognome Nuti è nel comune di Castelfranco di Sotto (PI)
Stemma
Stemma della famiglia Nuti non presenteNuti (TOS) (Firenze)
D'oro, allo scorpione montante di nero, e al capo d'Angiò
Stemma della famiglia Nuti non presenteNuti (TOS) (Siena)
D'azzurro, alla fascia d'oro accompagnata da tre uccelli (colombe) posati d'argento, 2.1, i due affrontati
Stemma della famiglia Nuti non presenteNuti (TOS) (Firenze)
Di rosso, a due spade decussate d'argento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook