Martelli - Origine del Cognome

Origine del cognome Martelli
Origine
Dovrebbe derivare dal nome medioevale Martel, in uso presso i Franchi o da soprannomi di mestieri legati al martello, dal tardo latino martellus, "battere/abbattere".
Si ricorda Carlo Martello (685-741) capostipite della dinastia dei Carolingi e nonno di Carlo Magno. I Martellini di Firenze, originari dal Casentino arrivarono a Firenze verso il trecento, furono banchieri e per questo figurano fra gli iscritti dell’Arte del Cambio; si ricorda inoltre il Maestro Bernardo Martellini che fu nominato Vescovo di Cesena da Eugenio IV nell'anno 1443.
Il cognome Martello è panitaliano, diffuso soprattutto in Veneto ed in Sicilia. Martelli è diffuso in tutto il centro nord.
Martellini è specifico del centro.
Martel, estremamente raro, è tipico di Pordenone.
Martell è quasi unico.
Martella è diffuso nella fascia dell'Italia centrale, in Molise e Puglia e nel messinese.
Martellacci ha un ceppo toscano, a Cecina nel livornese, a Riparbella nel pisano ed a Follonica nel grossetano, ed uno laziale a Roma, nel frusinate ad Alatri e Veroli e nel latinense a Sermoneta e Cisterna di Latina.
Martellaccio è quasi unico.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 4085 famiglie Martelli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Martelli in Italia!
Popolarità
Il cognome Martelli è 75° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Martelli è 12° nella provincia di Bologna
Il cognome Martelli è nel comune di Volta Mantovana (MN)
Stemma
Stemma della famiglia MartelliMartelli (Nizza) Titolo: nobile
Di rosso, al grifone d'oro
Stemma della famiglia MartelliMartelli (Messina, Augusta) Titolo: barone di Pezzagrande
di rosso al grifo d'oro
Stemma della famiglia MartelliMartelli (LAZ) (Velletri)
di rosso, al grifo rivoltato d’oro, impugnante colla destra un martello dello stesso
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook