Martelli - Origine del Cognome

Origine del cognome Martelli
Origine
Dovrebbe derivare dal nome medioevale Martel, in uso presso i Franchi o da soprannomi di mestieri legati al martello, dal tardo latino martellus, "battere/abbattere". Si ricorda Carlo Martello (685-741) capostipite della dinastia dei Carolingi e nonno di Carlo Magno. I Martellini di Firenze, originari dal Casentino arrivarono a Firenze verso il trecento, furono banchieri e per questo figurano fra gli iscritti dell’Arte del Cambio; si ricorda inoltre il Maestro Bernardo Martellini che fu nominato Vescovo di Cesena da Eugenio IV nell'anno 1443. Il cognome Martello è panitaliano, diffuso soprattutto in Veneto ed in Sicilia. Martelli è diffuso in tutto il centro nord, mentre Martellini è specifico del centro. Martel, estremamente raro, è tipico di Pordenone. Martell è quasi unico. Martella è diffuso nella fascia dell'Italia centrale, in Molise e Puglia e nel messinese. Martellacci ha un ceppo toscano, a Cecina nel livornese, a Riparbella nel pisano ed a Follonica nel grossetano, ed uno laziale a Roma, nel frusinate ad Alatri e Veroli e nel latinense a Sermoneta e Cisterna di Latina. Martellaccio è quasi unico.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 4085 famiglie Martelli in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Martelli in Italia!
Popolarità
Il cognome Martelli è 75° nella regione Emilia-Romagna
Il cognome Martelli è 12° nella provincia di Bologna
Il cognome Martelli è nel comune di Volta Mantovana (MN)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook