Curio - Origine del Cognome

Origine del cognome Curio
Origine
Dovrebbe derivare dal cognomen latino Curio (Curionis) di cui si ha un esempio nel De Bello Gallico di Giulio Cesare: "...Qua in fuga Fabius Pelignus quidam ex infimis ordinibus de exercitu Curionis primus agmen fugientium consecutus magna voce Varum nomine appellans requirebat...". 
Tracce di questa cognomizzazione si trovano nel 1200 a Gallarate, dove i Curioni sono annoverati tra i nobili della città; nel 1300 nel comasco con Bertrame Curione nativo di Asso (CO) in qualità di prevosto di Dervio (LC): "...In  nomine domini Anno a nativitate eiusdem millesimo trecentesimo sexagesimo septimo Indictione quinta - die decimo septimo mensis Januarij In presentia mei notarij testiumque infrascriptorum ad hoc vocatorum et rogatorum dominus presbiter Bertramus Curionus prepositus ecclesie sancti petri de Dervio suo nomine proprio...".
Curio è rarissimo.
Curione, abbastanza raro, ha ceppi nel barese e nel palermitano.
Curioni un po' meno raro, sembrerebbe tipico del nordmilanese, varesotto e comasco.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 4 famiglie Curio in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Curio in Italia!
Popolarità
Il cognome Curio è 7811° nella regione Abruzzo
Il cognome Curio è 3187° nella provincia di L'Aquila
Il cognome Curio è 177° nel comune di Ischia di Castro (VT)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook