Ceravolo - Origine del Cognome

Origine del cognome Ceravolo
Origine
Dovrebbe derivare da soprannomi originati dal termine arcaico ceraulo o ciraulo che significa sia "incantatore di serpenti" che "imbroglione", a loro volta derivato dal termine greco keraùles ("suonatore di flauto, incantatore").
Nel 1400 i cerauli o celauri o serpari, difendevano il bestiame dai morsi del serpente, quindi questi cognomi potrebbero anche derivare dal mestiere di serparo svolto dai capostipiti.
Il cognome Ceravolo è tipicamente calabrese, del reggino soprattutto, ma è ben presente anche a Catanzaro e nel crotonese, ed ha anche un ceppo a Palermo. Cilauro, estremamente raro, è del sud della Sicilia.
Ciravolo è anch'esso siciliano del palermitano, del trapanese e del catanese. Ciraolo è sempre siciliano, del messinese soprattutto, ma con ceppi anche nell'agrigentino.
Ciraulo ha un piccolo ceppo nel cosentino, ma sembra essere sempre tipico della Sicilia, in particolare di Palermo e del palermitano.
Celauro è siciliano, di Agrigento e di Palermo.
Ceraolo è tipico del messinese.
Ceraulo sembrerebbe tipico di Palermo, con un piccolo ceppo anche nel catanese.
Ceravoli, sembrerebbe unico, probabilmente dovuto ad un errore di trascrizione di Ciaravolo che è specifico della Campania, in particolare del napoletano.
 
Varianti
Presenza
Ci sono circa 532 famiglie Ceravolo in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Ceravolo in Italia!
Popolarità
Il cognome Ceravolo è 223° nella regione Calabria
Il cognome Ceravolo è 34° nella provincia di Vibo Valentia
Il cognome Ceravolo è nel comune di Monterosso Calabro (VV)
Stemma
Stemma della famiglia Ceravolo non presenteCeravolo (CAL) (Calabria)
spaccato: nel I d'argento all'aquila di nero spiegata; nel II a quattro pali d'oro e di rosso (palato d'oro e di rosso di quattro pezzi)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook