Catti - Origine del Cognome

Origine del cognome Catti
Origine
Dovrebbe derivare dalla modificazione del nome di persona Caterina (dal nome di etimo oscuro Hekaterìne, così riportato nei testi greci e per questo accostato all'aggettivo katharòs, con il significato di "puro", e adattato al latino Katharìne). Tale nome si diffuse in passato specialmente nell'Italia del nord con il culto di Santa Caterina (Hekaterìne) di Alessandria, martirizzata dall'Imperatore Massimiano Daia (309-313) e venerata soprattutto nei secoli X, XI e XII, e poi con il culto di Santa Caterina da Siena (XIV sec.) e di altre sante omonime.  Un'altra ipotesi legherebbe il cognome Catti al ben più diffuso Gatti, panitaliano, specifico della Lombardia, Piemonte e Liguria, derivato dal soprannome gatto, attribuito al capostipite in relazione alle caratteristiche dell'animale (furbizia, scaltrezza), o dal nome di persona Gatto (originato dai nomi medievali Gactus e Hatto, quest'ultimo derivato dal longobardo hatto, con il significato di "combattente").
Il cognome Catti è dell'Italia settentrionale.
Presenza
Ci sono circa 144 famiglie Catti in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Catti in Italia!
Popolarità
Il cognome Catti è 3152° nella regione Liguria
Il cognome Catti è 790° nella provincia di Reggio Emilia
Il cognome Catti è 23° nel comune di Villanova Canavese (TO)
Stemma
Stemma della famiglia CattiCatti (LAZ) (Roma)
Stemma della famiglia CattiCatti (VEN)
Stemma della famiglia Catti non presenteCatti Catti
d'oro all'aquila bicipite spiegata di nero, membrata e rostrata d'oro, troncato scaccato di nero e d'argento, alla fascia diminuita di rosso, caricata di due merlotti d'argento posta sopra la troncatura
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook