Capano - Origine del Cognome

Origine del cognome Capano
Origine
Dovrebbe derivare da nomi di località come quella citata in un atto tratto da Codex Diplomaticus cavensis: "In nomine domini sextodecimo anno principatus domni nostri gisulfi gloriosi principis, mense nobembri, undecima indictione. Memoratorium factum a nobis romualdus presbiter filius quondam petri et romoaldus presbiter, qui sumus pater et filius, eo quod coram presentia domne theodore filiae domni gregorii consuli et ducis romanorum, que fuerat uxor paldulfi filii.. .. parte occidentis passi centum sexaginta duo, et una pecia de terra cum arbustis et binea in locum selecta ubi trulianum dicitur, et una pecia de terra cum arbustum et castanietum in locum propiciano ubi capano dicitur, et alia pecia de terra ubi bico dicitur et milito vocatur. ...". 
Tracce di questa cognominizzazione si trovano nella seconda metà del 1500 quando i Capano, principi di Pollica, fanno costruire e controllano la Torre di Cannetiello o del Capo della Punta nel salernitano, con funzione di Torre di avvistamento contro gli attacchi dei saraceni, nel 1550 Ferrante Capano diventa Signore di Siderno nel reggino, nella seconda metà del 1600 la principessa Vittoria Capano è la moglie del feudatario di Mesagne (BR) Nicola de Angelis, nel 1700 Marianna Capano Orsini, principessa di Pollica e anche contessa di Celso.
Il cognome Capano ha ceppi al sud nel napoletano, nel salernitano e nel potentino, ha un ceppo nel foggiano, nel leccese e nel barese, ed uno importante nel cosentino e nel catanzarese.
 
Presenza
Ci sono circa 492 famiglie Capano in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Capano in Italia!
Popolarità
Il cognome Capano è 427° nella regione Valle d'Aosta
Il cognome Capano è 312° nella provincia di Cosenza
Il cognome Capano è nel comune di Belvedere Marittimo (CS)
Stemma
Stemma della famiglia Capano non presenteCapano (CAM) (Napoli, Salerno) Titolo: nobili; Barone di: Lustra, Sessa, Omignano, Barbera, Massasanta, Pollica, Turricello, Castellammare della Bruca, Acquavella; Conte di: Celso; Duca di: Civita Sant’Angelo;Principe di: Pollica: signori di Ascea, Acquavella, Castro, Valle, Prata, Fossasecca, Lauriano, Trotta, Cupolo, Pollica, Martone, S. Giovanni, due Casali di Grotteria, Vico, Cannicchio, Castellammare della Bruca, Torchiara, Galdo, Pioppi
d'argento alla banda di rosso caricata di tre gigli d'oro
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook