Antona - Origine del Cognome

Origine del cognome Antona
Origine
Deriva da modificazioni del nome della gens latina Antonius, di probabile origine etrusca e di significato incerto. Potrebbe significare "inestimabile" oppure "che affronta" o infine potrebbe essere legato al greco antionos con il significato di "nato prima". Il cognome si diffuse in epoca medievale grazie al culto dei Santi Antonio Abate e Antonio di Padova, nonché di Sant'Antonino Abate e Sant'Antonino da Firenze.
Il cognome Antona sembrerebbe dell'agrigentino; Antoni parrebbe toscano, mentre Antonio, estremamente raro, parrebbe del centrosud.
Antoniazzi è tipico del Lombardoveneto; Antoniazzo, molto raro, ha un ceppo nel novarese ed uno nel Veneto; Antonicelli sembrerebbe specifico dell'area che comprende il barese ed il tarentino.
Antonicello, praticamente unico, è probabilmente dovuto ad errori di trascrizione del precedente.
Antonione, estremamente raro, sembrerebbe piemontese; Antonioni ha ceppi emiliani, nell'urbinate e tra Roma e Latina; Antoniotti e Antoniotto sono tipicamente piemontesi.
Antoniel, molto raro, è specifico del pordenonese con qualche presenza nel vicino trevigiano; Antonietti ha un ceppo nell'Italia settentrionale occidentale con piccoli ceppi anche in Emilia, ed ha ceppi nella fascia centrale che comprende urbinate, anconetano, perugino, romano e latinense mentre Antoniozzi è specifico del romano e del rietino. Antenucci è tipico di Abruzzo, Molise e Lazio.
Varianti
Presenza
Ci sono circa 181 famiglie Antona in Italia
Scopri la mappa di diffusione del cognome Antona in Italia!
Popolarità
Il cognome Antona è 2020° nella regione Sicilia
Il cognome Antona è 263° nella provincia di Agrigento
Il cognome Antona è nel comune di Sartirana Lomellina (PV)
NEWSLETTER
SONDAGGI
SOCIAL
Seguici su Facebook